Senza preamboli

 

 

L'alba scolora pian piano la tunica
nera di questa notte che con musica
mi tira mi trascina mi fagocita
e mi risuscita

tra il crescendo dei ricordi simultanei
che si rincorrono come le meteore
quando le scie luminose sublimano
i loro bolidi.
....
Giungo le mani verso il tabernacolo
dei  sentimenti miei all'uopo 'parabole'
a causa  di quell'amore  imbattibile
che ti rivendica

con forza ,quando ti sento nell' intimo
e il tuo respiro mi diventa  battito
che con dolcezza velata m'incapsula
senza preamboli.

( prova di strofa mia
con tutte le uscite sdrucciole) 

 

Altre opere di questo autore