Frammento8

 

 

L'orizzonte ormai ha perso il suo confine
e non c'è mare che rappezzi il cielo

le cateratte   squarciano la terra
e frustano  la nostra povertà 

Non serve il salto del muto singhiozzo
a sgranellare giù- giù il deprofundis
nella melma custode  degli affetti
screziati dal sorriso della notte

Una moderna processione biblica
cui manca lo zipporico bastone
per fare di quel fango terra asciutta

La religione ormai si è aggiornata
        non ha più senso la noachica alleanza

siamo retrocessi giusto a quegli  eoni
(rubando parole)

a trovar la  salvezza sopra un'arca.

Altre opere di questo autore