Nel sottovoce d'un superlativo

 

 

 

 

 Indosso il tuo ricordo a fior di pelle
che non sia stato vano il tempo speso
nel tracciato rimasto  in vol sospeso
che cento e mille fece le novelle

e nel pensiero lascio sempre acceso
i voti in anni stesi alle pagelle
che videro la luce delle stelle
nel quotidiano ed oltre sempre atteso,

perchè sia dopo il freddo e la tempesta
il presente nel modo indicativo
a graffire la rima palinsesta

del  vecchio parallelo  in costruttivo
per una eredità di grandi gesta
nel  sottovoce d'un  superlativo. 

Altre opere di questo autore