Se piano

 

 

 

 

Se piano mi sorprende la tua voce
Titano sento addosso col suo mito
a carpirmi le frange del silenzio
su cui il fuoco riscalda la memoria

E' pace che trascina come un canto
fino all'organo nell'eco delle canne
dove nel coro dei fedeli oranti
prendo corpo nell' estasi divina

Allora intorno mi scompare il mondo
e la luce che a nuovo si riveste
sorrisi dolci alla tua bocca schiude,
semi aperta ...... che non mi sa parlare,

ma che col flash ad hoc improvvisato,
mi spacca l'anima e se la porta via
sul foglio bianco un pò scarabocchiato
in preda al vorticar dei tuoi marosi

 

Altre opere di questo autore