Germoglio

Cambiamento dinamico del background di testo

Atona preghiera, t'innesti nel lamento del giorno e scrosti il sogno che il cuore custodisce in riflessi di karati. Ti colsi nella fragilit? della mia impotenza e trattenni in mano l'urlo che percorreva il mondo. Luce senza lume e senza riverbero adagiata sul guanciale della vita. Un germoglio di pianto sull'innesto dell'albero dove nacquero gemme di cristallo destinate alla sopravvivenza delle cose terrene. Non mi sorprese la sorpresa, ero abituata. Ora in cattedrali di architettura fatiscente si specchiano dialoghi tra penitenti, dietro le grate del mondo. Concentrato il nulla, che non riesce ad abbattere il piedistallo di cartone su cui poggia la statua. A capo chino varco il cancello... della sconfitta esistenziale. ...S S S Silenzio.

Altre opere di questo autore