L'ultimo madrigale

E' lenta la processione delle ore.. Mentre leggo l'ultimo madrigale mi sorprende l'angoscia viscerale d'un vuoto incolmabile di terrore. Nell' assenza, mi sento bastonata dal dubbio e tra impazienti curvature avverto le screziate smerlature che rendono l'attesa esacerbata. Tra coltri scomposte avanza la notte perpetrando lo squarcio di pensiero preda indifesa d'un vorace tarlo. E' l'ora del buio che tutto inghiotte e lascia su d'un rigo lusinghiero ci? di chi leggo , mentre scrivo e parlo.

Altre opere di questo autore