Fiori d'arancio

...nella brezza della sera... acuto l'olezzo della zagara sui marciapiedi. Sono aranci amari affondati sulle bordure delle strade,quasi siepi ad ornar le festanti vetrine. Tra gli intrighi delle strade sfrecciano le macchine.... e caotica la citta' vive la sua modernita'. Ma nei ritrovi o nelle taverne ogni musica e' sempre la stessa e trasmette quel che di triste trascina il cuore in malinconia. E negli abbracci,scanditi coi piedi una catena e' la danza cretese c'al ritmo incalzante del sirtaki'... richiama gridando il suo Mustafa'. Antichi ruderi, busti e reperti mai fan contrasto nell'agora'. Atene e' ! Colonne, palazzi e pietre un progressivo impasto tra l'alfa, beta e gamma vigente ancor tra le sudate carte. Atene e' stata... Culla d'eroi e madre di miti, di tutti i mostri, figli di dei,,, di uomini forti, e re,,,e regine,,,, e di Santippe,Platone e Socrate. Atene sara' ............................!| sempre li', dov' ancora oggi, nel suo periptero d'ordine dorico, sorride al cielo Atena Partenos per mano magica del grande Fidia.

Altre opere di questo autore