Sar?

Sarò di te quell'ansia che ti prende
quando lo specchio racconta i tuoi silenzi
quando nel letto avrai solo lenzuola
quando il tuo corpo urlerà la noia.

Sarò di te un sogno ricorrente
quando nel buio griderai un ti voglio
quando i singhiozzi si faranno muti
quando alla carne pazienza chiederai.

Sarò di te un umile servente
nel giorno che porterà un incontro
nel giorno che le labbra vogliose si daranno
nel giorno che la noia scomparirà tra i sensi.

Sarò di te un lucido trofeo
da esporre negli armadi quando ti vestirai
da esporre nelle feste se solo lo vorrai
da esporre al mio rimpianto quando ti perderò.

Altre opere di questo autore