Penne all'arabbiata

(Storie de cucina)
Nannarè, bbona, zittete ‘n poco
che le pennette te le sistemo io,
metti a scallà la pentola ar foco
e damme ‘n po de olio e d'ajio.
D'olio ner tegame du' cucchiari
‘nvece l'ajio dev'esse affettato
e frigge lento ‘nfino ch'è dorato
sinnò s'entruja e famo li somari.
Spruzzamo poi er peperoncino
senza ‘na tirchieria ner gettallo
e ggiù li pommidori de pachino ..
er sugo è quasi pronto pe' usallo.
Mo scolamo la pasta co' creanza
e damoje giù ... a riscallà la panza!

Altre opere di questo autore