'N penziero a 'n angelo

Cascheno gocce de tristezza da?n cielo che piagnenno s?aritrova ?n angelo ?nnocente ch?er monno ?ndiavolato nun ha voluto tenesselo ?n vita. Cascheno e l?anima mia che urla dar dolore vorrebbe sort? fora e fa ?na strage de li diavoli che vesteno da umani. Cascheno e vanno a fa la coppia co? le lacrime che vengheno accorate dall?occhi mia che nun vonno vede quanto che l?odio po? esse ?na vergogna. Mo li ner cielo li santi e tutti l?antri de certo se domanneranno si ?sta creatura che voleva solo piagne potr? trov? ?no spazio tra chi ? morto lui che de la vita conobbe solo l?arba. Potranno faje conto de quanto su la tera le bestie so? mijori de l?ommini carogne?

Altre opere di questo autore