Ali

 
Ali che battono ritmicamente l'aria,

folti stormi che s'involano verso

il tepore di lontane mete,

a segnare il passaggio di stagione.

Già l'aria fresca del mattino

annuncia il nebbioso autunno,

le piogge incessanti e il declino della vita.

L'animo si intristisce, il cuore s'acquieta,

la mente invano segue il sogno di migrare.

Non ci sono più ali, le mete s'allontanano,

non c'è più voglia di volare.

Altre opere di questo autore