rexiargenio

Biografia

Nasco un giorno di maggio, come una parola nuova che significa qualcosa, per una donna che desiderava pronunciarla. Lei mi guarda e piange.
Ma è gioia, infondo.
E forse per questo penso che scrivere sia, un p0', come piangere.
Le lacrime sulla carta prendono forme e scivolando, raccontano cose. Si asciugano con l'inchiostro, si fanno blu, si fanno nere e mentre il resto viene dal cuore, scoprono che non solo una stella può ispirare il "poeta".
La mano ruvida di un anziano che stringe il bastone. La crocchia imbastita con un fermaglio di osso, cipolla di capelli di una ragazzina che aspetta.
I denti bianchi, porcellana di sole, tra le labbra di un bambino in Magreb.

athenamillennium.it © 1999-2017 - Tutti i diritti riservati | v.9.0
Sito realizzato da: Arti Creative