Metamorfosi

Coltivo stranimenti

sul mio profilo

ogni giorno più crudo

di bellezza

simile a nudità

che non s’oltraggia

 

Non mi fa santa

il lampo negli occhi

che toglie arsura

agli anni

Ladra nemmeno …

ogni flutto delle mie correnti

a me appartiene

La crudeltà del disincanto

m’è scivolata dagli zigomi

come neve

resa alla terra asciutta

 

Su di un passato

che non passa mai

un’onda nuova

ho accolto

tramutando

Altre opere di questo autore