Bora e neve

Bora scura

che taglia il viso

e neve ch’è tormenta.

Urlano verdi titani,

agitano membra scomposte,

chiedendo pietà al cielo

per la vita che s’apriva alla vita

ed ora è gemma riarsa dal gelo.

E’ la fine del mondo

dei piccoli fiori di pesco...

Tremanti piangono in terra

nel loro inutile rosa,

speranza disattesa

di frutto che mai sarà.

E l’aria mi grida

che non può respirare...

Altre opere di questo autore