Anita

Come una bimba muta sotto la pioggia

Sei andata con l’ombrello,

che strana quella voce nella mente:

più assordante del fragore

dell’acqua del fiume in piena

 è bizzarra la mente:

avevi paura dell’acqua

e nell’acqua hai trovato il tuo rifugio

un misero squallore quotidiano

è diventato un paradiso perduto

 

ma la vergogna e la rabbia

sono rimaste qui

sull’argine del fiume

come un ombrello rotto

sbattuto contro i tronchi

dalla cieca violenza della corrente.

Altre opere di questo autore