Quel peso alle caviglie

Fossi capace di dubitare dell?orgoglio e delle sue futili ragioni dell?amor proprio che sempre ti sconsiglia di tacere e di parlarmi con il cuore fossi per un attimo indeciso qualche volta disposto a dubitare dell?unit? di misura del tuo io allora ti darei atto del coraggio, direi che vali quanto vale un uomo quando si prende la fronte tra le mani e lascia che s?illumini il pensiero? Hai sbarrato la porta e sei fuggito ora ti stupisci del peso alle caviglie ma ? lei che t?insegue - la verit? - quella che non hai riconosciuto quando leggera ti volava intorno e con un ghigno l?hai crocifissa al muro

Altre opere di questo autore