IL RE BUONO I LA REGINA INSODDISFATTA

 

IL RE BUONO I LA REGINA INSODDISFATTA

 

C'era una volta un re molto ricco e bello, adorato dal suo popolo perchè era immensa la sua bontà.

Sempre cercava la soluzione più giusta per tutti i problemi. Pero la sola persona che non riusciva ad accontentare era sua moglie, la regina insoddisfatta.

Il re, innamorato della sua donna, faceva venire dai posti più lontani i regali più preziosi per la sua signora e tuttavia non la soddisfaceva mai completamente.

Innumerevoli volte i servi lo consultavano per sapere se dovevano ubbidire agli ordini stravaganti della regina superba. E proprio per avere un carattere giusto ed una bontà senza fine il re soffriva nel dover affrontare situazioni che lo lasciavano rattristato.

Era instancabile, portava dall'Est la seta, le pietre, dall'Africa, le perle, dall'America l'oro ed i diamanti, dall'Europa  corallo e spezie; navigava per il mondo alla ricerca di ricchezze per accontentare la sua insaziabile signora.

Un giorno la regina ha detto:

- Mio re, voglio ciò che è di più bello e perfetto in questo mondo.

- Non esiste nulla di perfetto in questo mondo mia regina.

- Allora io non sarò felice, caccerà tutto il popolo dal regno a causa della mia infelicità!

Il re che era buono e appassionato della sua regina inviò un messaggero chiamando i saggi di tutti i regni per intendere il parere di ciascuno su quale fosse la cosa più bella e perfetta del mondo.

Uno diceva che più belli e perfetti sono i frutti di tutte le poste, altro diceva che erano i fiori quello che esiste più seducente nel mondo. Il diamante più grande e più puro, l'acqua più limpida del vertice del monti, la terra completamente vergine, la canzone più bella cantata dalla voce più perfetta e nulla di ciò lasciava la Regina soddisfatta.

Un giorno arrivò al castello un vecchio poeta che sapendo dell'agonia del re si presentò per esprimere il suo parere e disse:

- Mio Re, la cosa che ha più bellezza in questo mondo è senza alcuno dubbio l'amore. Nulla è più bello e perfetto, faccia una poesia per la sua Regina, parli a lei di tutto il suo amore.

- Con certezza hai ragione carissimo poeta, l'amore é ciò che c'è di più bello e perfetto in questo mondo, ma io non sono un poeta, non posso fare tale poesia.

- Se ama la sua regina lo farà.

Il re passò tutta la notte provando a scrivere la poesia, ma nulla sembrava adatto. Osservava alcuni libri per trovare ispirazione, ma tutto sembrava mediocre e niente perfetto.

Quando i primi raggi del sole iniziarono a splendere all'orizzonte il re giá aveva conclusa la sua opera. Alla mattina il re ansioso invitò la regina a camminare nei giardini del castello.

Tra i fiori più colorati il re stringendo sua donna disse:

- Amore, mia regina, soltanto l'amore può dare bellezza e perfezione alle cose di questo mondo. Dunque ho fatto una poesia e con essa voglio mostrare quanto ti amo.

Con dolcezza il re appassionato declamò la dedica finchè i raggi della gioia furono visti negli occhi della regina.

 

ACCADE

 

Amare è sempre credere,

così è stata la mia vita,

se io desisto dall'amare,

dopo io amo ancora di più.

Il tempo passa e porta via

gli anni e tutti i miei disinganni

vanno verso l'oblio, cadono

come foglie al vento.

La vita alla ricerca dell'allegria,

lascia lontano la pena e il dolore,

lei rinasce, fiorisce tutti i giorni

per non far morire l'amore.

 

Da quel giorno in poi il re e la regina vissero felici perchè nessuna ricchezza potrà mai essere più bella e perfetta dell'amore che esiste tra un uomo e una donna.

Altre opere di questo autore