Primavera calabra

Come smeraldi splendono sui rami verdi le foglie nel tiepido vento foriero di boccioli e di virgulti. Dolce ? il tepore attorno e azzurro il cielo, forte ed intenso odor di gelsomini si spande dappertutto in mezzo ai campi. Dorato ? il sole e limpido il mattino. Di fronte il mare, calmo e lucente, argenteo, e in alto la montagna e il suo profumo: tutta godiamo in questa nostra terra calabra e ben dotata per natura la primavera nella sua bellezza.

Altre opere di questo autore