Dio ? morto salvate Dio

Perverse idee
Avvolte intorno
ad un filo spinato
fan gocciolare
di copioso sangue
quella che chiamano
la razza imperfetta.
Dalle ferite un urlo si leva.
La vita si perde
in bagni di fumo.
S'adombra il Sole
Di un velo di lutto
Nemmeno il pensiero
traccia un rumore.
Il niente albeggia
sopra il dolore.
Nella bufera ,
silenti bugiarde
orme assassine
di scabrosi piedi
lasciano i segni
sui  corpi inermi
di una danza macabra
che bestemmia  l'anima
ormai sotterrata.
Sputano bocche 
tutto il veleno
che amare riversano
 il loro piacere.
Un cielo riflette
in vitree pupille
chi non ha un pianto più
da lasciare.
  Sono morti
  Sono morti
  Dio è morto!

Altre opere di questo autore