La via del fuoco




Vivo la solitudine dell'io,

Mi ripiego in me stessa

e mi assoggetto al tempo.

Cammino sul luogo senza gioia

ma ho sete.

I calcinacci della mia esistenza

coprono l'oro

che , a causa di infidi pensieri

ristagna sul fondo, sotto le paure.

Ho sempre più sete.

Il sonno ha velato quel fuoco radiante

che chiede impetuoso l'ardire

di un'anima solare

che non potrà mai più un giorno dire

di avere solo immaginato d'essere se stessa,

ma semplicemente , potentemente

sentirsi d'essere nel sulfureo sè


Altre opere di questo autore