Vite contraffatte


Nel mercato della vita
macchine senz'anima
confiscano felicità al cuore.
Naviga il tempo
nel dolore che non muore,
mentre straborda l'apparenza
nel luccichìo di venti
che sibilan d' inganni.
Inarrestabile,
mai ha fine la stagione amara
che sulla tela lascia impronte di mortificazione.
Sottile , persistente
un velo mi copre la speranza,
ma non m'arresto
al desiderio di risalire il picco
da dove sono caduta.
Solitaria , cammino sulla strada
cercando i mormorii perduti della vita.

Altre opere di questo autore