L'errore del sole

Non c'è nulla di definito
in questo tramonto
- il tremore è evidente -
su questo muro
si muove il mio braccio
insieme a tredici formiche in fila

La gente non capisce
quel ch'io intendo per vita
e mi rincorre con croci
e con bastoni
come fossi l'ultimo degli eretici

Non si può sopportare oltre
l'errore macroscopico del sole
che ha perso l'occasione
per cancellarci
- e non rischia mai
di perdere terreno -

Lui sorge ogni mattina
ed io tramonto
- più veloce di me
solo le mie dita
sulla tastiera cieca -

Altre opere di questo autore