Eternity

Non puoi specchiarti

in quello stagno

- stanne lontana -

l'acqua è più torbida

di quel che credi

 

L'eternità sta da un'altra parte

più in alto la dolcezza

che stai rincorrendo

- scappa e non cambiare

te ne prego -

 

Tu non sai chi sono

ma io t'osservo

da mille anni almeno

- da cento prospettive diverse

sei ancora più bella

quando serri la ciglia

e ti lasci andare

alla meraviglia -

 

Se il contatto ti sembra duro

è perchè la realtà

soffre l'ostacolo del silenzio

- troppi uomini e donne

sono allo sbando oggi -

 

Ma tu togliti le scarpe

e corri veloce

tra quegli alberi

traboccanti di verde passione

- non ti perderai

perchè io sarò già là

a soffiare amore

sul tuo sentiero -

 

L'eternità

è alla tua portata

- mordimi le briglie

e forse ti porterò con me -

Altre opere di questo autore