L'inganno

Un percorso a ritroso
mi porta ai margini di un campo
senza spighe
nè sassi sporgenti

Il sentiero è sempre quello
tracciato da tempo
dal sangue degli umili
- anche senza occhiali
lo riconosco -

Una vacca indecente
mi blocca il passo
- ha occhi lividi
tutt'altro che indifferenti -

Anche la luce m'ha abbandonato adesso
non riuscirò mai
ad arrivare alla radice
di questo clamoroso danno
- lo so
ma non sono stanco -

Pulisco le scarpe
sulla pece verde
per far passare le ore
m'invento un girotondo
l'inganno s'è compiuto
un'altra volta ...

Altre opere di questo autore