PER CRISTINA

SCRIVO DI GETTO

COME MIO SOLITO 

CARPISCO LA MENTE

DI UN ATTO CHE IN VOLO

SI CHINA RIFLESSO

GUARDANDO LA TERRA

ESISTO ANCOR LI

MORTO ANCORA NON SONO

UNA LUCE MI CHIAMA

PRETENDE ATTENZIONE

ACCECA IL MIO SGUARDO

ANNEBBIA I MIEI SENSI

NON CREDO CHE ESISTA

LA LUCE CHE AMO

LA GUARDO E MI DICO

TU SPERACI ANCORA

E ANCORA UNA VOLTA

DA TUTTO TE STESSO

NELL'ATTIMO DOLCE

DI UN CUORE CHE PURO

SI APRE AI TUOI SENSI

DI UN UOMO MATURO.

E VIVI E GIA VIVI

E TORNA DI NUOVO

NEL DOLCE SUBLIME

SAPORE D'INFERNO

E VIVI E GIA VIVI

E TORNA DI NUOVO

NEL DOLCE E SUBLIME

ODORE DI AMORE.

Altre opere di questo autore