CI SONO

mi tolgo le scarpe

i miei piedi stanchi....

riassetto le guance

solcate da lacrime

rivedo il tuo volto 

solcato anche lui

vorrei che i miei passi

portassero ai tuoi......

sorrido e poi penso

che il grande dolore

è errare nel  tempo 

e dal modo di amare

e il nostro si errare

sconvolto da eventi

ritorna al presente

di dolci momenti.

lasciamo che il volto

solcato da sale

sorride e mi parla

amore .....sto male..... 

ma so che ci sei

e dentro ti vedo

nel cuore ormai preso 

nell'anima tersa

io sempre ci sono

e tu......non sei persa.

Altre opere di questo autore