athena ti prego non togliermi il trombetta

da tempo non ridevo

da tempo non fremevo

da tempo tanto tempo

non vedevo all'orizzonte uno.....

lasciamo perde va

la rima me ce porta

comunque athena dico

in effetti a volte ce sta la voglia

di alzare lo sguardo e guardare un fico

sai quelle piante strane

che fanno frutti come puttane?

me so davvero divertito

me dispiace che rud non c'ha capito un clito

ma sto trombetta

borletta picchietta

come cavolo se chiama

me dico e me domando

a volte scrive tanto

te stanca co tre righi

ma al quinto leggi cose che francamente dico

non leggerei manco

alla stazione termini seduto dentro un cesso.

Pero' te prego athena

lascialo ancora scrivere

a sto monno serve anche vedere per poi dire

esiste ancora luce

in questo stupor fallace.

Rudjada a te te corco

non c'hai capito un cacchio

ridevo e ironizzavo

ma te perdono perche'

non so frocio (posso dirlo ormai lo so visto che trombetta ha scritto de peggio)

ma so gaio.

e poi onestamente

so talmente innamorato

de na divin fanciulla

che ogni goccia

me scorre sul capo. 

 

Altre opere di questo autore