Ombre e luci


Fra ombre e luci nelle macchie
quanti occhi - le sfumature
del verde - corrono in cangianti
gamme sotto i miei passi

Più chiara la parola nera
sull'orto bianco del foglio
sorregge un re d'inchiostro

quando l'asparago - fra aculei e rovi -
silvestre in controluce di sole
si cela nell'abbagliante riflesso
fra le perfette tele del ragno

Fra luci e ombre nelle macchie
chiamo all'appello le sillabe
assenti del mio alfabeto
per cantare ai sordi
- senza muovere le labbra -
quanto poco m'importi di loro

Altre opere di questo autore