Senza Te

Percorro i sentieri impervi della tua malinconia talvolta con affanno o con ritrovata armonia. E raggiungo gli abissi del tuo io, dove il buio cerca la mia luce il tuo affanno,il respiro mio. Ma ? difficile impresa se, indugiando nell'atavica stanchezza,protrai questo tempo sterile che scorre tra le dita, vedendoci ogni giorno pi? distanti,sebbene io ti cerchi, malgrado io ti manchi... Con forza,tendo verso Te le mani, nel tentativo sempre pi? remoto di stringerci in nuovo abbraccio che ci doni il necessario materiale per colmare il vuoto lacerante che sadico, incute al nostro vivere,altro male. Non schivarle indietreggiando! Non allontanarti pensando che il tempo d'amare sia gi? passato ed il comune mal dell'anima,cronicizzato. Come questo amore virtuale che ancora stiamo alimentando... A chi mai potrei donare la mia luce,il mio respiro,degli occhi miei l'incanto? Senza Te,inanimata effigie diverrei,smarrita ancora lungo il tortuoso mio cammino,in silenzioso,perenne rimpianto.

Altre opere di questo autore