Figlia di me stessa d'amor m'avvolgo

Ritratto ormai lontano 

sguardo di bimba orfana d’amore.

In stagnanti ipocrisie

assassinio del tuo cuore

occultavi nel silenzio

il tuo fradicio dolore.

Anima ribelle

anatroccolo mai voluto

senza nido senza Dio.

Fior piegato or di quercia sei germoglio

d’usignoli ascolti il canto.

E’ correndo su per campi

stretta al filo d’aquilone

sei la Luce del mio cuore.

Figlia di me stessa

d’amor m’avvolgo sorriso del mio sole

qui fra le mie braccia sei l’Amore!

Altre opere di questo autore