UN INCONTRO SORPRENDENTE...

UN INCONTRO SORPRENDENTE... Tony Kospan Oggi, nel pomeriggio, ho avuto uno strano incontro... ravvicinato... Avevo deciso finalmente di dedicarmi al "balconaggio"* che avevo un p? trascurato... per colpa di un amico che si ruba molto... forse troppo... del mio tempo... S? certo che lo conoscete questo amico... eccome! E' anche vostro amico... parlo del... pc. Orbene mentre ero tutto indaffarato a trapiantare decine e decine di piantine di basilico e peperoncino... appare un uccello... uno strano uccello... che si ferma sulla balaustra del mio balcone. Il mio balcone non ? lontano dalla campagna e di uccelli ne vedo tanti... ma questo mi appare subito strano... cerco di capire che uccello ?... ma ?... oh... oddio... ? un bellissimo pappagallo... dal ventre color indaco dalle ali color paglierino.. e con piume di altri bellissimi colori... Ha il becco molto piccolo... ed un corpo lungo ed affusolato... forse ? molto giovane. Sta fermo... mi guarda... Faccio finta di nulla per godermi la sua vista... ? davvero bellissimo... Lui sempre l?... si muove lungo la balaustra ma ecco che addirittura mi si avvicina ancora di pi?... Sono sbalordito... mai visto un pappagallo in libert? e questo addirittura mi viene a cercare... Comincio allora a pensare che ha bisogno di qualcosa... e che dato il gran caldo forse ha sete. Ho certo tanta acqua... l? sul balcone... che mi serve per innaffiare le piantine... ma non ? certo acqua da bere... Cosa fare? Mi allontano vado in cucina prendo un bicchiere di plastica... lo riempio d'acqua e torno sul balcone convinto che certo ormai non ci sar? pi?. Ed invece no... eccolo... ? ancora l?... sembra che mi abbia aspettato. Poggio il bicchiere su uno scaffale... ma lui non si muove.... allora prendo il bicchiere e lo avvicino a lui. Con mio enorme stupore ecco che con un breve volo poggia le zampine sul bordo del bicchiere... e beve... beve... beve... Aveva molta sete... ma ci? dimostra anche che ha avuto rapporti con l'uomo... dato che non mostra alcuna paura. Io pur emozionatissimo e felicissimo per il bell'incontro e mi domando se per caso lui mi ha scelto...come amico e padroncino... Penso per? anche al mio gatto che potrebbe fargli del male... Ma ? troppo bello, cerco quindi di portarlo verso lo scaffale... ma lui forse amante, come me, della libert?, spicca subito il volo... verso un giardino vicino... lasciandomi solo... Ho lasciato sullo scaffale il bicchiere di plastica ed anche una ciotola piena d'acqua... nel caso abbia ancora sete. Che dirvi amici se non che sono ancora emozionato per questa incredibile e carinissima esperienza... Ciao dall'Orso... *GIARDINAGGIO SUL BALCONE

Altre opere di questo autore