DOVE COME PERCHE

Radi ed evanescenti nel risveglio del mattino i ricordi dei sogni che spariscono /all?alba/ come i tuoi giorni monotamente monocromatici e di cui non necessita ricordo. Apri i tuoi occhi stanchi e gi?/ ancor prima di indovinare da dove viene la luce del giorno/ ti chiedi dove trovi quella linfa vitale che nutre il tuo cuore e che come oasi verde lo rapisce al deserto dell? indifferenza. Come persiste in te la voglia di sognare infiniti fantasmagorici viaggi in te e fuori di te/ fatti di rotte infinite che si perdono tra mari mai solcati e cieli solo immaginati, quando i confini della tua vita si restringono/ inesorabilmente/ facendoti inciampare/sempre pi? spesso/ nei lunghi e monotoni binari della immota noia quotidiana. Perch? tutto ci? avviene? e?avviene?. e continua ad avvenire?.. sempre pi? oppressivamente frequente?. nell?intersecarsi confuso dei tuoi asfittici giorni che della tua esistenza stanno diventando le autostrade intasate dall?assordante rumore del niente?.

Altre opere di questo autore