NUBI

Rade nubi multiformi scendono a mare

 

lungo i lavici pendii, rischiarate dalla vivida luce

 

della luna piena.

 

Nubi basse e chiare che si stagliano

 

contro il buio profondo,

 

facili presaghe d'improvvise burrasche  

 

nella tiepida estate di Settembre.

 

Com'è magica questa notte a Linera

 

quando, da solo, nel silenzio della notte fresca,

 

guardo, rapito, il vostro silenzioso passare

 

su di me e sul terrazzo

 

illuminato dalla sorridente luna..

 

e tu, verde palma, che mi stai di fronte,

 

mi guardi,mentre, leggere, le tue acuminate

 

foglie si muovono...

 

scosse dalla brezza salmastra

 

e sembra che s'inchinino,

 

come per mandarmi un saluto gentile

 

mentre, a lato, il fico,arditamente,

 

mi offre ancora i suoi frutti, quasi a ringraziarmi

 

della mia devozione e della mia presenza....

Altre opere di questo autore