MAESTRO

 

Correggimi se sbaglio

istruiscimi alle tue elevazioni

e conoscerò l'insidia della perfezione.

 

Ma prima - ti prego

lascia che il mio pensiero

indossi l'abito buono

cos' che incontrarti

in convegni di ragione

sia lusso consapevole

privilegio di due intelligenze.

 

Segna il mio mancare

o disimpegno

col garbo del ritorno

e in rosso

il dire ignorante dell'arresa

ché la parola - quando non è esatta

è più cieca del silenzio.

Altre opere di questo autore