UNA LACRIMA

Una lacrima Ora che sono goccia d?oceano Riflesso di un blu Granello d?orato dal sole tropico? ero un greco Ora sono il volo di farfalle variopinte sulla riva. Freddo su quest?isola, ora non so chi sono da dove vengo dove vado. Forse ero un greco un etrusco ora chi sono? Non so chi amo di pi? questa o l?altra isola. Amore nel mio silenzio rimane il mio non riconoscermi per ambra e oro in riflessi di luna d?argento amare e amare amore questa sera, la prima sera solo non so chi sono forse una goccia d?oceano che ora? lontano mi rispecchio nel tirreno che o sempre amato ma non prender? la mia anima, gi? lontana accanto a dove dormi vicino al tuo oceano, tra legno fossilizzato ambra e pietra azzurra dove i galli all?aurora cantano prima di qualsiasi merengue. Amore il monte Epomeo non so se ? pi? il mio custode aspetto la sera la tua voce in un telefono triste di un letto martoriato da un polipo che continua a stendere i suoi tentacoli nell?albero tuo primordiale. Ma ora so, sono una goccia di lacrima nell?immensa tua anima nel tuo sorriso nella tua allegria che vince la tristezza infinita nel tuo cuore d?oro raffinato gentile di sobriet? e virt?. Linfa Spada Petalo Sogno Vita Ora so! Chi sono Sono in te Sono... tu Esisti. vVitaliano Iacono 02 01 2006 Ischia

Altre opere di questo autore