Occhi d'acquamarina

Camminerò con te

in questi giorni cupi,

ricorderò lo sguardo,

occhi d’acquamarina,

per quante volte ancora?

Il volto, quello, sì

di panna e rossa fragola,

con la risata pronta

stampata sulle labbra.

 

Ancora sento il braccio

che mi trascina avanti,

di te ho bisogno adesso,

come se fosse allora;

saremo forse grigi,

degli anni il peso addosso,

ma nel presente accade

che tu sia ancora forte

per trascinarmi avanti.

 

Forse dovrei scriverti,

i tempi lo consentono,

ma dove sei, non so

e fa girar di nuovo

la ruota del destino

il tempo che perseguita

il buio del presente;

ci troveremo ancora,

grigi ma sempre forti,

 

occhi d’acquamarina.

 




woquini 13.10.2010

Altre opere di questo autore