La domanda d'altri

  E' calata con parole deboli, ma non inutili,
quella ch'è domanda d'altri: se sia migliore l'avere
l'anima scoperta in mano, priva d'ostile distacco,
che cercare di vedere la verità, ch'è lì ferma,
tra i granelli della sabbia che scorre nella clessidra
del tempo che ti rimane, senza stringere le dita.


woquini 17.04.2008

Altre opere di questo autore