Ba?le Atha Cl?ath

Seduti stanno i re suonando l?arpa ed in terra i gemiti dei violini, allegre nubi danzano sull?acqua: un gregge che dal vento ? messo in fuga. In piedi San Patrizio corrucciato, nel rumore la barba s?accarezza, tra le fedi che fanno da corona alla nostalgia di tornar dal mare. Rossi d?Irlanda sono i tuoi capelli, che un seno di zucchero rispedisce al mio venir fuggiasco dall?Oriente, mentre la luna, ruffiana, m?occhieggia tra nubi in gara per coprir la luce. Splende sull?erba verde la tua pelle ed il trifoglio adorna le tue rose, assediate da spumeggianti ondate d?un rilucente illanguidito albore. Profuma il malto la tua rossa coppa dove avido sorseggio il tuo ricordo? ?grazie B?ile Άtha Cl?ath? woquini 29.09.2006

Altre opere di questo autore