Nei secoli a venire (Omaggio a...)

?A egregie cose il forte animo accendono l?urne de? forti, o Pindemonte; e bella e santa fanno al peregrin la terra che le ricetta.? (Ugo Foscolo. ?I Sepolcri? vv.151-154)
Discende dei secoli la polvere, a coprir del potere la rozzezza che lo spregio al Divin Poeta ostenta, or che di belle lettere ? padrona. Dal vento di fida passion sospinta, squassa e scuote in un turbine la penna s? che la carta geme sotto il peso di parole antiche, giammai perdute. Le lingue di barbari gi? sconfitti premono, per sopprimere l?impronta e le fatiche di chi, reietto, offr? parole nuove per amor del verso. Dell?incivile copra la polvere il fatuo balbuziare, senza il freno esibito al pavido, da un potere cortigiano di un milite inglorioso. Scopra le voci il turbine rabbioso, e quelle parole indimenticate che han segnato prima i nostri passi chini, affranti, su versi di Poeti? ?che han portato a noi la lingua in dono. woquini 2.1.2004

Altre opere di questo autore