UNA FRASE PER RIFLETTERE

Giove ci impose due bisacce: ci mise dietro quella piena dei nostri difetti e davanti, sul petto, quella con i difetti degli altri. Perciò non possiamo scorgere i nostri difetti e, non appena gli altri sbagliano, siamo pronti a biasimarli.

Fedro

La liberazione

Paolo Faccenda

La liberazione

 

( controcultura, evviva l'Australia ! )

 

 

La liberazione  può divenire merce

Mercificazione della liberalizzazione

Una dipendenza , ossessione, schiavitù maggiore

Non vi può essere liberazione oltre al punto

Definito come giusto, e il punto è ovviamente

Quello quando viene liberamente raggiunto.

La pornografia per fare un facile esempio

Non può essere considerata come un bene di consumo

Pur (non) essendolo, credo che lo sia diventato. Ma c'è di peggio.

Forse andrebbe messa anch’essa nel paniere per il calcolo dell’istat

Sempre che non ne sia già di fatto superato , esiste un istat

Visto che non c’è nessun tipo d’inflazione , ma di sola fluttuazione

Come bene diventato primario, visti anche i tempi leggi d'instabilità

Attuali di surroghe, purghe,  jobs acts, G8 come punti G,

 

dove si raggiungono miracoli, basterebbe esportarli

c’è chi ancora abusa di quella brutta parola rottamare

che poi è poetica, rotta a mare, verso il mare, rotta di mare

si, cambiare rotta, buttarlo proprio a mare, liberarsene,

per ritornare in tema, coercizioni, regalie sputalie, che poeticità

e che sensibilità verso i problemi addirittura di Tutti, ha detto tutti, tutti i Cittadini

strabiliante come le ordinanze della capitaneria di porta Roma quando viene vede vince

effrazioni, infrazioni d’ogni tipo, ordine, dove non ce n’è più

posto fisso, ma là a roma a loro non manca

viene da ridere, ci fanno i blow jobs già da tempo

con quello, da sempre, e da subito , a loro piace molto.

 

Ai bucaioli burini e puttanieri di sempre (anche in flagranza di reato, o nelle loro fragranze

e fragranzìe), di sempre cpme da sempre da subito per Loro,

che ci redimono e ci austerizzano e ci rendono probi

sterilizzandoci, magari anche saggi, come dimezzare i vitto e alloggio

valendo la regola del tre,  oh ce l'ha col tre, gli dev'essere il numero perfetto

che moltiplicato per trenta volte tre fa novantanove

anzi Mille , ma non per tutti, per parte , e che però

con buona volontà, le accise sulla benzina, l’iva al 25

cambieremo anche l’europa, diverremo Australia

c’era infatti una canzone inverosimilmente  triste, come quella di firenze.

ma il fascino, contrasta con la faccia piena di bugnoli, che non rispetta niente,

australia si, ma non è italia, forse non rima nemmeno, ma du sicuro non rema, un'itaia, espropriata

che va esportata , tutti i nostri figli migliori a lavorare all'estero !

 

Ah! Un evvive a mango che ha anticipato i tempi, era un veggente anzi un profeta.

 

(controcultura ) 

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Satira
Opere pubblicate da questo autore: 583
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative