UNA FRASE PER RIFLETTERE

Gli errori rendono l’uomo amabile.

Gocce di eternit

Cenere Patter
La sofferenza ? una sedia che la vita ti pone dinanzi; non ti resta che fermarti e sederti. Adesso, trovo il tempo per vivere. Davanti a me, il mondo corre trafelato ad inseguire il niente. Seduto su quella sedia, osservo, assaporo, vivo... Che poesia dietro il mio tramonto! Dai vetri delle mie finestre, le forze della natura sembrano esseri viventi: la pioggia chiacchera con me, il vento mi burla, il sole mi accarezza. La solitudine non ? questa! Poi, adagio, adagio, la malinconia, l?amarezza si trasforma; come chiamare, allora, quel sentimento nuovo? Gocce di Eternit?, che cadendo su un piccolo deserto, fa nascere l?uomo nuovo, un Uomo grande che riscopre la sua vera immagine. La sua somiglianza con il Divino. La sua appartenenza al Divino. Non son pi? solo. Seduti l?Uno accanto all?Altro, Io e Dio, a raccontarci, a rivelarci l?Uno all?Altro.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 12
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative