UNA FRASE PER RIFLETTERE

Chi non è pronto a morire per la sua fede non è degno di professarla.

LE DANZE GRAVI

Claudio Leplan
 
(poesia surreale e satirica, se non vi piace il genere, pazienza...)

Vedi come salta la quaglia

sul nido del povero cuculo,

come l'asino raglia e deraglia

come s'immola sul molo il mulo!

Hai perso tutte le chiavi

dentro queste danze gravi...


In quale costa tu corteggi?

a quale corte ti costeggi?

E a quali orme ti ormeggi

se la tua reggia non reggi!


Vedi come salta la quaglia

sul nido del povero cuculo,

ciò che non scaglia si squaglia

e non è certo bello né sicuro

e s'inabissano le tue navi

nel mar delle danze gravi...


Che conto d'oste tu osteggi?


Si rompono le acque e le righe,

si rompono le acque e le dighe!

Ah tanto va la gatta al labbro

che ci lascia a te il saldo

e non batte chiodo il fabbro

anche se il ferro è caldo!

Negli occhi quante travi

a vedere certe danze gravi!!


Ah vedi come salta il gallo

alla fine delle sue speranze,

le sue libertà colte in fallo

in danze gravi, anzi gravi-danze!









COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 93
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative