UNA FRASE PER RIFLETTERE

Chi non stima la vita non la merita.

MI STAI PERDENDO

Claudio Leplan
 
Nuvole distratte

solleticano il cielo

giorno e notte

stoni di violino in cuore

sono al limite del mio limite

e tu che confini hai?

Rondini astratte

sul foglio e sul velo

navi senza rotte

in mari e isole di clamore

tu sei al limite del tuo limite

quanti soli consumerai?


Dimmi cosa ridi mai,

spartire così i guai

ti rendi conto che sei superficiale?

La cinica schematica

non è la mia logica

e ti urlo che tu mi stai perdendo

Mi mandi in trappola

non sono una briciola

da consegnare al volatile di turno!


Lenzuola sfatte

polvere più d'un pelo

tutte le tue lotte

sono di un banale rumore

siamo al limite di ogni limite

e tu quanti passi dai?


Dimmi cosa ridi mai,

quanti pii errori fai

non ti rendi conto di fare del male?

Non è certo matematica

ogni nostra mimica

e tu mi urli che ti sto perdendo!

Andiamo in trappola,

l'anima è una nuvola

ed è pioggia pesante ciò che cade!

Sei tu che perdi me

o sono io che perdo te?

So solamente che

mi sono perso,

mi sono perso...

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 93
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative