UNA FRASE PER RIFLETTERE

Ciò che diventa scherzo sulle labbra di tutti lo sentiamo più sacro, noi due, nel nostro cuore.

L'ENFASI DEL CANTO (dove sei o musica?)

Claudio Leplan
 
Ancora mille volte tu

dici "io non scrivo più"

colpa di un tramonto isterico

Ti cala un pò d'amaro

divieni quasi un calamaro

e dai pena e pane al tuo panico

Sei nero perché al verde

mentre nel rosso si perde

questo umore un po' strabico

Accanto per un acconto,

affranto per un affronto

l'usuraio dalla bile in bilico...

Un prete recita le favole,

un potente detta le regole

di un mondo statico e stitico...

Nemmeno tu sei un santo,

corri a cento cinto d'incanto

d'un disicanto claustrofobico


dici:

"Dov'è sei o musica,

mia dolce amante?

nell'enfasi del canto

ho lacrime di diamante!"


Svesti i panni del poeta,

e lanci in aria una moneta

un testa o croce così ironico...

Fa l'amore e fa la guerra

l'anima ha le ruote a terra

in un pessimismo cosmico

leggi Giacomo Leopardi

e ascolti Battisti ma è tardi

e fuggi in un sonno catatonico...


Dici:

"Dove sei o musica,

mia musa e amante?

Nell'enfasi del canto

ho lacrime di diamante!

Dove sei o musica,

mia confusa amante?

La poesia fa le fusa

ma la sento così distante!"

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 93
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative