UNA FRASE PER RIFLETTERE

L'amore è come quegli alberi all'ombra dei quali muore ogni vegetazione. L'uomo che ama una donna, non soltanto non ama altra cosa, ma neppure ne odia alcuna. Invano egli cerca nelle pieghe del proprio cuore tutte le preferenze, tutte le simpatie, tutte le ripugnanze: tutto ciò è morto, morto d'indifferenza, morto di freddo.

albero killer

Daniele Locchi

La luce si fa scura in queste parti

è  come un suono opaco e inconcludente

ti appare quando meno te l’aspetti

 e non sorprende

quasi ammansisce.

 

Ti lascia prender mano sul volante

il piede pesta l’acceleratore

più giù, più giù, voglio vedere  dove

finisce il fondo del bicchiere e ancora

 più in là, dove la luna si arrovescia

e sembra  una fetta di limone

persa

nel cuba libre della notte.

 

Ti accoglierei a braccia aperte, amico

se solo avessi braccia anziché rami

e pancia dolce e morbida a cullarti

e non un tronco immobile e nodoso

 

Adesso tutti piangono il tuo nome

e un uomo ha preso a calci il mio destino

“Albero killer!” in prima pagina sbattuto

 

Come se io potessi 

come se io volessi

-e sai che lo vorrei-

volare via con te.

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 57
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative