UNA FRASE PER RIFLETTERE

Il saggio muta consiglio, ma lo stolto resta della sua opinione.

Tu che portavi fiori

Fiorella Giovannelli
Vorrei che questa malinconia
si dissolvesse con il vento
mentre assorta nel timito tramonto
allaccio nell'anima i pensieri
e con l' arboree tra le dita...ti penso 

"sono attimi di grande poesia "
quando ti vedo penetrare nelle acque
spalancando le braccia, come
in un abbraccio lungamente atteso
come un bacio mai avuto e desiderato

 

cala l' imbrunire, ho freddo,
resto inferma  e spaventata
...Ti vedo riemergere! Grondante
mi vieni incontro, trattengo il respiro
chiudo gli occhi...

ricordi di culmini fioriti di ginestra
nei sentieri sconfinati come il tuo
sguardo  che spazia in chissà
quale orizzonte, ma, ora mai più
nessun raggio di luce accarezzerà le tue ciglia

... a Te che raccoglievi ciclamini e viole.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Amore
Opere pubblicate da questo autore: 1363
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative