UNA FRASE PER RIFLETTERE

La mente umana è finita, dunque non può trattare con l'infinito.

Tra origami ed echi

Fiorella Giovannelli

 

Tra origami ed echi

 

 

E' Notte

larghe falde luminose di luna

coprono la mia estremità
Forse

sarà per questo che mi ritrovo

a svigorire oceani
di luoghi mai conosciuti se non come
libertà di rondine o come lieve filo di rugiada
ad imperlare fili d'erba al mattino


C'è un gremito via via di merli che fan canto
il “ Parco in movimento” dove

albeggia rosa nei fanciulli ogni cinguettio

Ma - quale segno del destino è questo
essere trasferita qui agli inizio degli amori?

Nel poggiolo questa sera

il campanile illuminato m'è complice.
(da li - dall'alto si vede il mare

e ancora i postumi della guerra )
forse sarà questa lieve voce tra gli origami
a ricomporre echi d'una vita...

 

 

Fiorella Giovannelli

 

 

 

 

 

 

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 1359
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative