UNA FRASE PER RIFLETTERE

Troverai in me quegli immensi abissi, quei vasti sentimenti concentrati che gli sciocchi chiamano vizi: non mi troverà mai, però, vile né ingrato!

Honoré de Balzac

Mi perdo

guidodeisogni

Mi perdo…

in questi giorni cupi

tra rivoli di rabbia

e le perplessità

di troppe parole urlate

 e brandite  come clava

per colpire e ferire

la dignità e l’anima.

L’aereo ha portate te

e il rancore

ti ha seguita per blandire

i giorni nostri

di stucchevoli pretesti.

Monche di libertà

le tue accuse

s’infrangono nella cocente

delusione che alberga

nel mio cuore.

Ho cercato il tuo calore

come falena

che anela alla luce

e ho rubato alla tristezza

il tempo dell’amore

rinato con te per altri sogni.

Ti ho salutato con un bacio

 quasi rubato

all’ansia di allontanarti da me.

Altra sorte attendevano

i giuramenti d’amore

e non tuoi insulti sprezzanti.

Mi perdo…

nella tua assenza

e nell’attesa che il tuo “veleno”

faccia il suo effetto.

GdS

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Amore
Opere pubblicate da questo autore: 152
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative