UNA FRASE PER RIFLETTERE

La famiglia ` la patria del cuore.

Giuseppe Mazzini

Al chiaro di una notte intera senza stelle

Iole Troccoli
 


Ora che il passo è rotto

e sento l'acqua che mi macera

le spalle

non so più governare le parole

né la cucina aperta alle intemperie

dei suoi passanti mutevoli e distratti.


Vivo perdendo in pose dure

quel lastricato liscio di tasselli

inoperosi

seminati notturni, controtempo,


quando la neve era l'inverno

a barricare anche gli sguardi

e mi teneva chiusa al suo lamento.


Adesso il vento,

rosso viandante donato dall'autunno

come un ricovero dagli urli

e dalle migrazioni,

si è travestito con il tuo passo

lungo

con la tua voce fonda

e l'acqua dura del tuo sesso sceso

a maggio


e mi ha rincorso

con il respiro alto sopra l'onda

e mi ha abbracciato forte

al chiaro di una notte intera

senza stelle


e io gli ho sospirato sulla schiena

e ho baciato la sua bocca amara

di fumo a fiotti come paralisi del tempo

che stordisce


e l'ho lasciato andare via

così

incorniciato da un tremore d'aceri

assonnati

sul far del giorno di labbra

umide e violente


velo e sgomento

sopra la sabbia rossa

dei miei baci.

COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Amore
Opere pubblicate da questo autore: 11
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative