UNA FRASE PER RIFLETTERE

Non v'è dubbio che le idee si proiettano in ragione diretta della forza con cui vengono concepite, e vanno a colpire là dove il cervello le invia, grazie a una legge matematica paragonabile a quella che dirige il proiettile uscito dal mortaio. Diversi però ne sono gli effetti. Se esistono temperamenti teneri dove le idee si insediano portandovi la devastazione, esistono anche caratteri vigorosamente muniti, cervelli con baluardi d'acciaio contro i quali le volontà altrui si schiacciano e cadono inerti come pallottole contro un muro; esistono infine nature flaccide e molli, in cui le idee degli altri vengono a spegnersi come delle palle di cannone che affondano nel terreno molle delle ridotte.

Honoré de Balzac

Visione 142

laconio
Mi nutro
di spremute d'ortica
con aggiunta di vespa di mare
grattuggiata.
Mi scolo un tropical
di meduse pelagiche
dal sapore d'acido lattico
d'ape operaia.
E per finire
uso pungiglion
di calabrone
per spiedini
di salcicce
di blatte e coratella
di locusta.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Fantasia
Opere pubblicate da questo autore: 585
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative